Trust offshore: incomprensioni, insidie ​​e soluzioni (3 di 3)

Stabilire un efficace Offshore Trust che sia operativamente valido e raggiunga gli obiettivi del Settlor è di fondamentale importanza, ma può essere irto di insidie. In qualità di fornitore di servizi di Trust, scopriamo spesso che i Settlor e i singoli Trustees possono avere idee sbagliate sui loro ruoli, responsabilità e sul Trust stesso. Questi malintesi possono sfociare in problemi e creare responsabilità indesiderate. Questa serie ha considerato gli elementi chiave dei Trust offshore; Se vuoi leggere gli altri articoli della serie li trovi qui:

Nell'ultimo articolo di questa serie, esamineremo i malintesi e le insidie ​​più comuni di cui i Settlor e gli Trustees devono essere a conoscenza. Ove appropriato, suggeriamo alcune best practice per evitare problemi futuri e come un fornitore di servizi fiduciari può aiutare. Discuteremo:

La natura dell'accordo giuridico

In tema di Trust in generale, è importante notare che i Trust non hanno personalità giuridica separata e quindi non beneficiano di responsabilità limitata. Sono i Trustees che sono responsabili per qualsiasi azione intrapresa, o non intrapresa, nei confronti del Trust.

Spesso i Settlor non saranno a conoscenza o trascureranno la base dell'accordo legale - il trasferimento della proprietà effettiva - questo conferisce titolo legale ai Trustees; il disponente non avrà più alcun titolo legale sui beni liquidati. Continuare ad esercitare il controllo, come in precedenza, comporterà molto probabilmente che il Trust sarà considerato una farsa e quindi annullabile.

A seguito di ciò, c'è anche un malinteso comune sul fatto che il ruolo di Trustee sia semplicemente cerimoniale, un requisito puramente amministrativo. Naturalmente, questo non è corretto. Gli Amministratori hanno il dovere fiduciario nei confronti di qualsiasi nominativo o classe di Beneficiari, di gestire il Fondo fiduciario in buona fede, in linea con l'Atto di Trust. Come notato sopra, detengono il titolo legale sui beni del Trust. In qualità di proprietari legali, gli Amministratori sono responsabili delle imposte dovute sui beni del Trust, che possono sorgere in giurisdizioni diverse dalla loro giurisdizione locale di residenza.

Soggetto a consulenza fiscale

Spesso, e comprensibilmente, i clienti che si rivolgono direttamente a noi non sono consapevoli dei cambiamenti significativi nella rendicontazione, nei requisiti di conformità e nell'approccio generale alla pianificazione fiscale e alle misure antielusione. Questi cambiamenti hanno reso la consulenza fiscale una necessità fin dall'inizio. Tale consulenza garantisce che, laddove vengono seguite le migliori pratiche, l'attività commerciale sia condotta in buona fede e sia conforme a livello globale.

La percezione dell'"offshore"

Questo ci porta chiaramente al nostro prossimo malinteso comune. Il livello di copertura mediatica negativa che le strutture offshore hanno ricevuto nell'ultimo decennio è sfortunato e spesso sproporzionato o addirittura fuorviante. Ad esempio, alcune delle storie più recenti e prolifiche, i Panama Papers, Paradise Papers e Pandora Papers, presentano tutti l'uso della pianificazione offshore come immorale o addirittura criminale – mentre i rapporti evidenziano una minoranza di autori di reato, il 95% dei trapelati i documenti avranno riguardato una pianificazione del tutto legale e conforme, questo è un luogo comune.

Infatti, per usare il Regno Unito come esempio, è obbligatorio per i datori di lavoro del Regno Unito fornire un contributo pensionistico privato minimo del 3% ai dipendenti. Quelle pensioni lo faranno molto probabilmente sono collegati a fondi non domiciliati nel Regno Unito. Il 75% delle famiglie del Regno Unito è direttamente o indirettamente coinvolto in tali servizi di gestione patrimoniale e quindi molti residenti nel Regno Unito avranno già una qualche forma di coinvolgimento offshore.

Si spera che l'esempio sopra illustri brevemente il punto verso cui sto guidando; per molti, la parola Offshore, soprattutto nell'ambito della gestione patrimoniale, è sinonimo di scandalo. Quando, in realtà, Offshore è onnipresente – è la norma, del tutto legale ed è quasi sempre consigliato da intermediari altamente qualificati e regolamentati. In sintesi, l'offshore dovrebbe ora essere uno strumento trasparente e conforme per una pianificazione sofisticata, che può portare a vantaggi legali, fiscali e vari altri. L'offshore non dovrebbe essere visto come una scorciatoia per l'evasione fiscale o per nascondere la ricchezza.

Una taglia non va bene per tutti

Infine, molti individui residenti e domiciliati nel Regno Unito non sono a conoscenza delle varie modifiche alle regole e della successiva erosione di vari vantaggi fiscali, che in precedenza derivavano dall'uso di Offshore Trusts. Pertanto, per molti nel Regno Unito che sono residenti e domiciliati, ci sono pochi o nessun vantaggio associato all'utilizzo di un Trust offshore. I vantaggi limitati possono includere la natura regolamentata dei Trustees dell'Isola di Man e la possibilità di beneficiare dell'accumulo lordo, in determinate circostanze.

A differenza degli amministratori fiduciari in molte altre giurisdizioni, la fornitura di servizi di fiduciari professionali è un'attività autorizzata sull'isola di Man. I fiduciari dell'isola di Man richiedono una licenza di classe 5 dall'autorità per i servizi finanziari dell'isola di Man e sono quindi adeguatamente regolamentati, assicurando che vengano seguiti buoni livelli di governance e conformità e azioni informate del fiduciario. Inoltre, grazie alla sua illustre eredità nella pianificazione del Trust, sia l'isola che Dixcart hanno una vasta esperienza in quest'area.

Il roll-up lordo descrive la capacità di una struttura offshore di beneficiare di una crescita composta non tassata per la durata della sua vita. I Trust offshore possono beneficiare di un roll-up lordo in determinate circostanze - questo deve essere avvertito in quanto potrebbero esserci delle tasse da pagare all'istituzione del Trust, periodicamente (ad es. in occasione di 10 anni), in relazione a eventuali distribuzioni, al regolamento ecc. la tassazione dei Trust è complessa e richiederà una consulenza specialistica per considerare le vostre circostanze.

Tuttavia, possono esserci ancora molti vantaggi nell'utilizzare i trust offshore per le persone non domiciliate residenti nel Regno Unito. Questo, tra gli altri argomenti, è considerato nel nostro video riepilogativo, disponibile sul nostro sito Web e YouTube qui. 

Trust offshore: insidie ​​comuni

Ci sono molti problemi che possono essere evitati da una pianificazione adeguata e da una guida esperta sin dall'inizio. Alcune delle considerazioni più comuni includono:

Consentire flessibilità

Gli Amministratori hanno il mandato di seguire le disposizioni dell'Atto di Trust; la violazione di ciò può comportare azioni legali contro di loro per violazione del dovere fiduciario. Pertanto, il disponente deve prevedere il requisito di flessibilità del Trust, assicurandosi che non sia ostacolato nell'approccio al raggiungimento dei suoi obiettivi, o leghi le mani dei Trustees per quanto riguarda la gestione efficace del Trust.

Esistono diversi scenari in cui un Trust Deed eccessivamente prescrittivo può causare problemi non intenzionali. Esamineremo di seguito alcuni brevi esempi.

distribuzioni: Laddove, ad esempio, il Trust Deed preveda che una o più distribuzioni debbano essere effettuate a un Beneficiario entro o dopo un determinato traguardo (ad esempio in occasione di un compleanno, un matrimonio, l'acquisto di una prima casa, una laurea ecc.), la tempistica potrebbe non essere sempre l'ideale quando le circostanze cambiano. Ad esempio, i Beneficiari vulnerabili o giovani che ricevono un improvviso guadagno inaspettato potrebbero portare a impatti/risultati negativi.

Inoltre, laddove il programma di distribuzione è fisso, ciò può causare conseguenze fiscali indesiderate. I beneficiari sono tassati sulle distribuzioni ricevute, imponibili alla loro aliquota personale nella loro giurisdizione di residenza. Se il reddito del Beneficiario rientra in un'aliquota fiscale superiore o aggiuntiva al momento del trasferimento, ciò può comportare il pagamento di un'imposta inutilmente elevata. Piuttosto, data la flessibilità, gli Amministratori possono differire il pagamento fino a quando non ricevono consulenza fiscale o rientrano in una fascia inferiore, ad esempio al momento del pensionamento, ecc.

Selezione delle risorse: Non è insolito che il Trust Deed nomini o precluda determinati tipi di attività riguardanti la gestione del fondo fiduciario. Ad esempio, sarebbe perfettamente logico limitare il livello di esposizione al rischio di determinati asset/attività a causa della volatilità, ad esempio gli investimenti in Bitcoin. D'altro canto, quando vengono specificati determinati investimenti, ciò può essere troppo restrittivo e causare vari problemi a lungo termine, ad esempio cosa succede se il fondo o la società specificati smettono di operare?

Soluzione: I Trust discrezionali offrono agli Amministratori il controllo completo su come il Trust raggiunge i suoi obiettivi. Il disponente può ancora fornire alcune indicazioni tramite una lettera di auguri, che è persuasiva ma non vincolante. Fintanto che la Lettera di Desideri viene riesaminata regolarmente, gli Amministratori saranno a conoscenza delle mutevoli intenzioni del Settlor e ne terranno conto quando intraprenderanno qualsiasi azione. Inoltre, l'Isle of Man Trusts può ora continuare in perpetuo, il che offre ulteriore flessibilità durante la pianificazione della successione. Dixcart ha un'esperienza significativa nella creazione e nell'amministrazione di trust discrezionali offshore.

Scelta degli amministratori

Come sono certo che ormai apprezzerete, la scelta del Trustee è estremamente importante. Diversi fattori devono essere considerati quando si sceglie chi svolge questo ruolo fondamentale:

Longevità: Una considerazione chiave quando si nominano gli Amministratori è la loro longevità: l'Amministratore selezionato sarà in grado di adempiere al proprio dovere per tutta la vita del Trust? In caso contrario, dovrai prendere in considerazione la pianificazione della successione per sostituire quegli amministratori fiduciari man mano che muoiono o perdono capacità. La longevità si applica anche alla residenza fiscale dei Trustees, ovvero se il Trustee vive in una giurisdizione offshore, ma poi si trasferisce nel Regno Unito, il Trust si trasferirà anche con il Trustee e potrebbe essere soggetto alla tassazione del Regno Unito. Il disponente deve garantire che il fiduciario fornisca continuità e stabilità.

Indipendente: A seconda delle attività detenute nel Trust, o dell'attività intrapresa, potrebbero essere necessarie determinate competenze per raggiungere gli obiettivi del Trust. Ad esempio, durante la gestione di beni come gli investimenti, gli Amministratori dovranno sentirsi a proprio agio nel trattare i beni, la loro amministrazione e tutti i professionisti di terze parti coinvolti. Ciò si estende anche alla conoscenza del Trust, nonché ai requisiti legali e normativi.

Responsabilità: Come notato in precedenza, il Trust non beneficia di responsabilità limitata, e pertanto il Settlor dovrà prendere in considerazione i potenziali rischi, ad esempio contenzioso, ecc. quando seleziona chi nominare come Trustee. Anche qui vale la pena considerare gli aspetti fiscali, come accennato in precedenza, gli Amministratori saranno responsabili dell'eventuale imposta dovuta sui beni. Pertanto, gli Amministratori dovranno essere disposti e in grado di svolgere il ruolo e comprendere i rischi impliciti dell'impresa.

Protezioni: Sotto molti aspetti i Protettori controllano il Trust, in teoria fornendo un ripiego ai Trustees ribelli. In pratica, dare troppa voce in capitolo a una terza parte su come viene gestito il Trust, può rendere onerosa l'amministrazione del patrimonio e potenzialmente incidere negativamente sui suoi obiettivi. Inoltre, laddove a un Protettore viene data troppa portata, può essere considerato un co-Fiduciario di fatto, e quindi obbligato agli stessi doveri e responsabilità fiduciari di un Fiduciario. Laddove un Protettore sia desiderabile, assicurarsi che i suoi poteri siano definiti in modo ristretto è fondamentale per garantire che si aggiungano piuttosto che sminuire gli obiettivi del Settlor.

alterna: Laddove il disponente abbia nominato una persona che agisca come Fiduciario, ciò può causare problemi più avanti. Laddove l'individuo sia l'unico Fiduciario, se muore senza provvedere adeguatamente, possono esserci oneri non intenzionali e costi ingiustificati coinvolti nel porre rimedio alla situazione. Laddove siano desiderabili singoli amministratori fiduciari, è necessario assicurarsi che un minimo di due siano nominati in ogni momento e, idealmente, prevedere la sostituzione all'interno dell'atto di fiducia per proteggersi da eventi imprevisti.

Neutralità: Quando i membri della famiglia sono nominati come Amministratori, non è raro che i rapporti siano difettosi e la comunicazione si interrompa. Tali problemi possono presentare notevoli barriere amministrative, che potenzialmente influiscono sull'esito previsto del Settlor.

Soluzione: Tutti questi problemi possono essere risolti tramite la nomina di un fiduciario professionista piuttosto che di singoli amministratori. I fiduciari professionisti, come Dixcart, possono fornire un servizio imparziale ed esperto per tutta la vita del Trust. Utilizzando le loro conoscenze tecniche e aderendo alle migliori pratiche, possono amministrare il Trust in modo efficace ed efficiente, riducendo l'onere che grava sia sul Settlor che sui suoi cari. E come notato in precedenza, a differenza di altre giurisdizioni, i fiduciari professionisti con sede nell'Isola di Man sono autorizzati e regolamentati, quindi puoi essere certo che il Trust è in mani capaci.

Il coinvolgimento del colono

È comprensibile che i Settlor desiderino mantenere il controllo sulle attività del Trust il più a lungo possibile; dopotutto, il più delle volte hanno passato una vita ad accumulare la ricchezza che vogliono trasmettere. Alcuni potrebbero anche cercare di nominarsi come Fiduciario, tuttavia, un coinvolgimento eccessivo da parte del Settlor può portare a considerare il Trust una farsa, e quindi i beni del Trust potrebbero far parte del loro patrimonio ai fini fiscali. Vale la pena sottolineare il fatto che deve esserci una chiara separazione tra il disponente e le attività, assicurando che non si possa ritenere che il disponente abbia mantenuto alcun interesse utile non intenzionale. 

Un disponente potrebbe anche voler nominare se stesso o il proprio coniuge come beneficiario, tuttavia, ciò richiede un'attenta considerazione. Se il Settlor o il suo coniuge possono comunque trarne vantaggio, il Trust è considerato un Settlor Interested Trust, con conseguenti conseguenze fiscali negative.

Soluzione: Il disponente deve essere chiaro su ciò che vuole ottenere sin dall'inizio. In questo modo è possibile inserire in fase di pianificazione la corretta forma di Trust e gli opportuni provvedimenti. Il cliente dovrà collaborare con il consulente per prendere una decisione. Facendo riferimento alla mia nota sopra, per quanto riguarda gli amministratori fiduciari professionisti, questo può anche fornire conforto. Il disponente dovrebbe essere in grado di avere fiducia che il fornitore di servizi scelto agirà sempre nell'interesse del Trust, prendendo in considerazione la Lettera dei desideri del disponente ove appropriato.

Beneficiari

La selezione dei Beneficiari deve essere attentamente ponderata: a volte è immediatamente chiaro chi dovrebbe beneficiarne, e altre volte può essere un dilemma di "scelta di Sophie". Naturalmente, la scelta sarà direttamente influenzata dal tipo di Trust che si sta costituendo, cioè nel caso di un Trust discrezionale, specifici Beneficiari o classi di Beneficiari sono selezionati dai Trustees per determinare chi dovrebbe beneficiarne. Inoltre, il Disponente deve scegliere se informare o meno i Beneficiari del loro interesse nel Trust. A seconda del tipo di Trust, un Beneficiario può avere un diritto legale sui beni detenuti in Trust o informazioni su di essi. Inoltre, il Beneficiario può avere una responsabilità fiscale in determinate circostanze.  

Soluzione: Questo deve essere considerato caso per caso e dipenderà molto dalle circostanze personali del disponente. Può essere molto utile sensibilizzare i Beneficiari, in modo che si possa avere un discorso aperto tra Fiduciario e Beneficiario, o in alternativa in alcuni casi mantenere la privacy in questa materia fino al momento della distribuzione potrebbe essere preferibile – si noti che a seconda della costituzione del Trust, il Beneficiario potrebbe avere un obbligo fiscale immediato, e quindi dovrebbe essere informato immediatamente. In entrambi i casi, il livello di comunicazione desiderato può essere facilitato da amministratori fiduciari professionisti, come Dixcart.

Costi

Prima di istituire il Trust, il Settlor deve tenere conto dei costi di amministrazione dei beni, sia che si tratti di investimenti commerciali, acquisto o vendita di proprietà, potenziali conseguenze fiscali, servizi professionali, ecc. Un'ulteriore considerazione sarà l'impatto di una maggiore rendicontazione normativa e di conformità richiesta nel mondo di oggi: ciò significa che l'amministrazione di un Trust offshore non è più un esercizio che comporta commissioni nominali.  

Soluzione: Sebbene le commissioni possano essere pagate da una fonte alternativa, ovvero al di fuori del fondo fiduciario, ciò può causare problemi operativi. Ad esempio, se il disponente stava pagando i costi operativi del Trust e il Trust continua dopo il decesso, è necessario quindi prevedere disposizioni alternative per il pagamento delle commissioni. Spesso è molto più semplice ripartire una percentuale del fondo fiduciario per coprire l'amministrazione nel raggiungimento dell'obiettivo del Trust. In tempi prosperi la crescita del Fondo fiduciario spesso copre questi costi, tuttavia, in periodi di basso interesse, mercati depressi o anche a seconda delle attività detenute, tali commissioni devono essere considerate seriamente alla luce della sostenibilità del Fondo fiduciario. Tali costi dovrebbero essere illustrati dai fornitori di servizi al ricevimento dei dettagli completi.

Lavorare con un fornitore di servizi fiduciari – Dixcart

Dixcart fornisce servizi di fiducia e guida da oltre 50 anni; assistere i clienti nella strutturazione efficace e nell'amministrazione efficiente dei Trust offshore.

I nostri esperti interni e dipendenti senior sono professionalmente qualificati, con una vasta esperienza; questo significa che siamo in una buona posizione per supportare e assumerci la responsabilità dell'Offshore Trust, agendo come fiduciari e fornendo servizi di consulenza specialistica ove appropriato. Se necessario, il Gruppo Dixcart può anche assistere le persone che cercano di immigrare nel Regno Unito e la pianificazione fiscale e patrimoniale richiesta. 

Abbiamo sviluppato una vasta gamma di offerte, che include una serie di strutture dell'Isola di Man. Dalla pianificazione e consulenza prestabilita alla gestione quotidiana del veicolo e alla risoluzione dei problemi, siamo in grado di supportare i tuoi obiettivi in ​​ogni fase.

Puoi leggere di più su i nostri servizi Trust qui in questa utile guida.

CONTATTI

Se hai bisogno di ulteriori informazioni riguardanti l'uso di offshore trust o strutture dell'Isola di Man, non esitare a metterti in contatto con David Walsh di Dixcart:

advisor.iom@dixcart.com

Dixcart Management (IOM) Limited è autorizzato dalla Isle of Man Financial Services Authority.

Torna all'elenco