Perché i gruppi aziendali e i clienti continuano a ridestinare le società a Guernsey?

Cosa è successo?

Per molti anni il movimento della giurisdizione di registrazione di una società è stato guidato dal grado di successo che i Centri finanziari internazionali (IFC) hanno ottenuto nell'attuazione degli standard internazionali. Questi standard, progettati per combattere il riciclaggio di denaro, la concussione e la corruzione e il finanziamento del terrorismo sono emanati dalla Financial Action Task Force (GAFI). Il grado di successo, la qualità della legislazione e lo standard di monitoraggio continuo in un IFC influenzano il modo in cui ogni giurisdizione viene valutata dalle autorità amministrative di tutto il mondo.

La recente implementazione dei requisiti di sostanza economica da parte degli IFC ha aggiunto ulteriore motivazione a una tendenza in crescita, per le aziende a considerare il trasferimento dalla loro giurisdizione incorporata a giurisdizioni di livello superiore, in quanto pienamente conformi agli standard internazionali.

Perché le aziende migrano?

Sostanza economica e liste nere

I requisiti di sostanza economica (ESR) sono stati adottati dalla maggior parte degli IFC, in risposta alle preoccupazioni sollevate, tra l'altro, dall'Unione Europea. Queste preoccupazioni riguardano la possibilità che gli IFC possano essere utilizzati in strutture progettate per spostare, quindi raggruppare, i profitti in una giurisdizione a bassa o esente da imposte, dove c'è poca sostanza reale in relazione alle operazioni a sostegno dell'attività principale generatrice di reddito.

Laddove un IFC non ha implementato in modo soddisfacente GAFI e ESR, queste giurisdizioni rischiano di essere inserite in uno degli oltre 450 elenchi amministrativi in ​​tutto il mondo di giurisdizioni classificate "Grigio" o "Nero". Il problema per le strutture in queste giurisdizioni è l'impatto sulla loro capacità di condurre attività di finanziamento e transazione, in particolare bancarie, e la loro credibilità nel mondo finanziario globale.

Le difficoltà pratiche in tali giurisdizioni includono anche; non poter ottenere servizi bancari e di prestito; opportunità mancate da parte degli investitori o mancanza di interesse e coinvolgimento da parte degli investitori e un maggiore controllo di conformità, ognuno dei quali influisce sulla capacità della struttura di operare in modo efficace, efficiente e possibilmente anche redditizio.

Considerazioni sulla scelta dell'IFC verso cui migrare

Ci sono tre fattori principali che guidano la scelta della giurisdizione:

  • Il track record di conformità all'armonizzazione fiscale di tale IFC; e
  • La praticità di operare da quell'IFC; e
  • La semplicità del processo di migrazione stesso.

Track record è spesso il primo criterio valutato. È importante che le giurisdizioni considerate siano nella white list. I clienti vorranno anche la certezza che la giurisdizione rimarrà nella white list, come gli standard internazionali menzionati in precedenza, e le regole di armonizzazione fiscale globale continuano ad evolversi. 

Forum come l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e gli organismi di valutazione come MONEYVAL conducono valutazioni periodiche per garantire che una giurisdizione abbia aderito al più alto livello di; standard, attuazione e monitoraggio. Queste valutazioni forniscono informazioni chiave nella valutazione della ridomicilio aziendale.

Operazione pratica della società dalla giurisdizione prescelta è la seconda considerazione. L'azienda e le sue attività possono essere condotte in linea con ESR, ove appropriato e applicabile, in modo efficiente ed efficace? Posizione geografica, fuso orario, accesso ai mercati, accesso a professionisti, consulenti e servizi finanziari, direttori e altro personale adeguatamente qualificati, nonché collegamenti di trasporto sono tutte considerazioni importanti. 

Semplicità della migrazione aziendale. Le leggi della giurisdizione in entrata devono consentire la migrazione aziendale e il processo dovrebbe essere semplice ed economico, per garantire che il processo sia commercialmente fattibile.

Guernsey offre queste caratteristiche.

Le aziende stanno migrando verso giurisdizioni in cui possono conformarsi più facilmente a requisiti come la sostanza. I gruppi aziendali stanno consolidando più strutture giurisdizionali in singole, o almeno in meno, giurisdizioni per creare efficienze in termini di costi, conformità ed efficienza.

Queste considerazioni non si limitano alla migrazione delle strutture esistenti, si stanno creando nuove strutture che tengono conto delle tendenze e delle preoccupazioni di cui sopra.

Migrazione dei fondi: la soluzione rapida di Guernsey

Non sono solo le aziende che stanno cercando di migrare a Guernsey, ma anche i fondi.

In riconoscimento del gran numero di manifestazioni di interesse da parte di gestori di fondi non domiciliati a Guernsey che cercano di trasferirsi a Guernsey, la Guernsey Financial Services Commission ha introdotto un regime di applicazione rapida di 10 giorni, per facilitare una soluzione semplificata e rapida alla migrazione.

I gestori di fondi potrebbero voler migrare a Guernsey per motivi normativi e/o per essere geograficamente più vicini alle operazioni, alle attività e agli investitori del Regno Unito/Europa.

Ulteriori informazioni su questo percorso rapido sono disponibili qui: Migrazione dei fondi: la soluzione rapida di Guernsey.

Record di standard fiscali e normativi di Guernsey

La politica fiscale di Guernsey è sostenuta da forti regole generali antielusione e dall'adozione di una serie di standard fiscali internazionali. Alcuni degli sviluppi più rilevanti sono descritti di seguito;

  • Dicembre 2017 – Il gruppo del Codice di condotta dell'UE sulla tassazione delle imprese per il Consiglio per gli affari economici e finanziari dell'UE (COCG), ha confermato che Guernsey è una giurisdizione cooperativa che ha rispettato i principi generali di "tassazione equa" e non ha sollevato preoccupazioni in merito agli standard di Guernsey di trasparenza o attuazione di misure per contrastare l'erosione della base e il trasferimento degli utili (BEPS).
  • Guernsey si è impegnata ad adottare una legislazione sulla sostanza economica entro la fine del 2018.
  • Durante il 2018, Guernsey ha lavorato a stretto contatto con il COCG, gli Stati membri dell'UE e le altre dipendenze della Corona per sviluppare una legislazione sulla sostanza economica, adottata nel dicembre 2018.
  • Nel 2019, il Consiglio dell'UE ha confermato che Guernsey ha rispettato il suo impegno di introdurre requisiti di sostanza economica e quindi ha rimosso Guernsey dall'elenco delle giurisdizioni che si erano impegnate ad apportare determinate modifiche.
  • Guernsey ha dato il suo pieno sostegno ai principi di trasparenza fondamentali per le attuali iniziative fiscali del G20, dell'OCSE e dell'UE e sta lavorando come parte della più ampia comunità internazionale nello sviluppo e nell'effettiva attuazione degli standard concordati a livello internazionale.
  • Nel 2004 Guernsey ha stipulato volontariamente lo scambio automatico di informazioni e accordi bilaterali di ritenuta alla fonte rispettivamente con tutti gli Stati membri dell'UE ai sensi della Direttiva sul risparmio dell'Unione europea (2003/48/CE).
  • Guernsey si è impegnata nel maggio 2013, ad aderire all'iniziativa dei paesi del G5 per stabilire e pilotare uno standard internazionale per lo scambio automatico di informazioni tra le autorità fiscali.
  • Nel dicembre 2013 Guernsey ha stipulato un accordo intergovernativo con gli Stati Uniti d'America in relazione all'attuazione del FATCA, che ha attuato nel giugno 2014.
  • Nell'ottobre 2013 Guernsey ha stipulato un accordo intergovernativo con il Regno Unito in relazione alla versione del FATCA del Regno Unito, che ha anche attuato nel giugno 2014.
  • Guernsey ha aderito alla dichiarazione congiunta del 19 marzo 2014 impegnandosi a una rapida adozione del CRS globale. Il 29 ottobre 2014 Guernsey è stata tra le oltre 50 giurisdizioni a firmare a Berlino l'accordo multilaterale sulle autorità competenti dell'OCSE, come ulteriore passo verso l'attuazione del CRS.
  • Guernsey, insieme a oltre 50 giurisdizioni, ha implementato il CRS nella sua legislazione nazionale con effetto dal 1 gennaio 2016.
  • In qualità di membro chiave della comunità globale impegnata nella trasparenza, Guernsey continua a implementare sviluppi in materia di trasparenza e migliori pratiche, basandosi sulla sua adozione anticipata di FATCA e CRS, ed essendo anche conforme agli standard minimi BEPS.

Protezione dei dati – Guernsey fa parte di un piccolo gruppo di giurisdizioni di paesi terzi che sono state ufficialmente valutate come conformi agli attuali standard di protezione dei dati dell'UE e hanno ottenuto l'equivalenza ("adeguatezza") attraverso singole decisioni della Commissione.

Passi successivi

Se una qualsiasi delle aree trattate in questa nota è rilevante per te o per i tuoi clienti, contattaci per discutere gli aspetti pratici, i costi e i tempi delle strutture di riassegnazione a Guernsey. Si prega di contattare Bruce Watterson o Steven de Jersey a advisor.guernsey@dixcart.com

Torna all'elenco