Nuovo permesso di lavoro accelerato più accessibile a Malta

L'iniziativa dei dipendenti specializzati

A Malta è stato introdotto un nuovo permesso di lavoro accelerato chiamato Specialist Employee Initiative (SEI). Questo percorso è applicabile ai dipendenti specializzati che non hanno diritto alla Key Employee Initiative (KEI), ma possiedono comunque le competenze accademiche, professionali o tecniche pertinenti in linea con la loro offerta di lavoro a Malta. Le domande di SEI vengono presentate secondo la normativa sul permesso unico.

L'introduzione del SEI dimostra l'impegno di Malta nell'attrarre talenti globali, riconoscendo l'importanza di semplificare le procedure di domanda per i lavoratori stranieri qualificati.

Cittadini di paesi terzi

I cittadini di paesi terzi (TCN) necessitano di un permesso di lavoro unico per ottenere la residenza e lavorare a Malta. Questo perché i cittadini di paesi terzi non sono membri dell’UE o dell’EFTA e quindi non possono attraversare i confini, nell’UE, senza la documentazione adeguata.

Tuttavia, i cittadini di paesi terzi altamente qualificati beneficiano di un servizio di permessi di lavoro accelerato nell’ambito di questa iniziativa per i dipendenti specializzati.

Procedura di candidatura

Il tempo di elaborazione per questo tipo di applicazione richiede in genere circa 15 giorni, previa presentazione dell'elenco completo dei documenti richiesti.

Il datore di lavoro è tenuto a inviare tramite e-mail la domanda compilata insieme a tutti gli allegati necessari in conformità con la relativa lista di controllo. 'Identitá', l'Agenzia Governativa che sovrintende a questo programma, chiederà il permesso del richiedente prima di presentare la domanda e i materiali di supporto.

Dopo aver ricevuto l'approvazione, la domanda verrà elaborata secondo i protocolli stabiliti. Sia l'azienda che il candidato riceveranno un'e-mail informativa e una conferma, insieme a ulteriori istruzioni su come pagare la quota di iscrizione durante la fase di analisi biometrica.

Eventuali documenti mancanti possono comportare ritardi o il rifiuto della domanda. È importante garantire che tutti i documenti obbligatori siano presentati secondo la lista di controllo.

Una volta presa la decisione sulla domanda, sia il richiedente che il datore di lavoro vengono informati dell'esito tramite e-posta.

Ammissibilità e requisiti

Per poter presentare domanda per la domanda SEI un individuo deve:

  • Avere un contratto firmato con una società maltese;
  • Avere una retribuzione annua lorda di almeno € 25,000;
  • Essere in possesso di entrambi
    • (i) un livello MQF 6 o superiore in un'area direttamente correlata all'offerta di lavoro o
    • (ii) qualifiche professionali insieme ad un'esperienza minima di 3 anni in una posizione direttamente correlata all'offerta di lavoro.
  • Presenti precedenti contratti di lavoro (firmati sia dal datore di lavoro che dal dipendente).
  • Fornire la propria storia lavorativa, rilasciata e ufficialmente certificata (timbrata o legalizzata) dall'autorità ufficiale per l'impiego nel paese in cui si è svolto l'impiego.
  • Lettere di referenza da parte di ex datori di lavoro. Le lettere di referenza devono riportare le date di inizio e di fine e i dettagli del lavoro svolto. Le lettere dovrebbero contenere dettagli di contatto chiari dell'arbitro, incluso un indirizzo e-mail valido, un indirizzo postale e un numero di contatto.

I documenti tipici necessari con la domanda sono:

  • Copia completa del passaporto
  • CV
  • Dichiarazione di idoneità
  • Contratto di locazione e approvazione dell'alloggio
  • Screening sanitario
  • Assicurazioni sanitarie

Durata e condizioni del visto

Ai richiedenti selezionati verrà concesso un permesso di soggiorno per un periodo di un anno. Se il dipendente mantiene i criteri di ammissibilità e il suo contratto di lavoro si applica a tutti i periodi di validità, tale autorizzazione può essere rinnovata per un ulteriore periodo fino a tre anni.

Trattamento fiscale

  • L'imposta è addebitata ad aliquote progressive (limitate a un massimo del 35%), sul reddito di provenienza maltese e sulle plusvalenze e sul reddito di provenienza estera (escluse le plusvalenze di provenienza estera), che viene rimessa a Malta.
  • Nessuna tassa è dovuta sul reddito di provenienza estera che non viene rimesso a Malta.
  • Le plusvalenze sono esenti da imposta a Malta, anche se rimesse a Malta.
  • Gli interessi bancari guadagnati a Malta possono essere soggetti a ritenuta d'acconto del 15%.
  • I titolari di permessi di soggiorno a lungo termine non hanno diritto alla tassazione basata sulla rimessa e saranno tassati sul loro reddito mondiale a Malta.

Conclusione

L'introduzione di questo programma introduce la possibilità per i cittadini di paesi terzi altamente qualificati di ottenere un permesso di lavoro e di soggiorno a Malta, 15 giorni dopo la presentazione della domanda e della relativa documentazione. Identitá ha riconosciuto la crescente domanda di tale permesso di lavoro e questa iniziativa contribuirà a migliorare i tempi e l'efficienza del processo.

Informazioni aggiuntive

Per ulteriori informazioni sull'iniziativa per i dipendenti specializzati non esitate a contattare Henno Kotze: advisor.malta@dixcart.com presso l'ufficio Dixcart, a Malta o il tuo solito contatto Dixcart.

Numero di licenza limitato Dixcart Management Malta: AKM-DIXC-24

Torna all'elenco