Residenza e cittadinanza

Portogallo

Il "Visto d'oro" del Portogallo è il percorso perfetto per le coste dorate del Portogallo. Grazie alla sua flessibilità e ai numerosi vantaggi, questo programma si sta rivelando uno dei programmi più popolari in Europa.

Inoltre, il Portogallo offre anche un programma per residenti non abituali alle persone che diventano residenti fiscali in Portogallo. Ciò consente loro di godere di una speciale esenzione fiscale personale su quasi tutti i redditi di fonte estera, per un periodo di 10 anni.

Particolare del Portogallo

Programmi Portoghesi

Fare clic sui programmi pertinenti di seguito per visualizzare i vantaggi di ciascuno, gli obblighi finanziari e altri criteri che potrebbero essere applicati:

Programmi: vantaggi e criteri

Portogallo

Visto d'oro per il Portogallo

Il visto D7 per il Portogallo (disponibile per i cittadini non UE/SEE)

Il visto per nomadi digitali per il Portogallo consente la residenza

  • Benefici
  • Obblighi finanziari/altri
  • Criteri aggiuntivi

Visto d'oro per il Portogallo

Il visto d'oro portoghese consente ai residenti non UE non solo di essere residenti in Portogallo, ma anche di circolare liberamente all'interno della zona Schengen.

Le persone che risiedono in Portogallo da 5 anni possono richiedere la residenza permanente. Questo di solito viene concesso, se possono dimostrare di aver posseduto un visto di soggiorno negli ultimi 5 anni. Al termine del 5° anno dall'essere classificato come residente in Portogallo, un individuo può richiedere la cittadinanza portoghese e quindi un passaporto portoghese.

Ulteriori vantaggi includono:

  • Insediamento nell'UE.
  • Viaggi senza visto in circa 170 paesi, inclusa la libera circolazione all'interno della zona Schengen (26 paesi europei).
  • Requisiti minimi di residenza di soli sette giorni nel primo anno e quattordici giorni nei successivi due anni. È quindi possibile beneficiare del programma Golden Visa senza diventare residente fiscale.
  • Le persone fisiche che scelgono di diventare fiscalmente residenti in Portogallo possono beneficiare del Programma per residenti non abituali (è possibile per le persone extracomunitarie presentare domanda contemporaneamente ai due regimi).

Visto d'oro per il Portogallo

I seguenti investimenti si qualificheranno ciascuno per il visto d'oro:

  • Trasferimento in conto capitale di un minimo di € 500,000, per l'acquisizione di quote di un organismo di investimento collettivo non immobiliare, di diritto portoghese. Al momento dell'investimento, la scadenza deve essere di almeno cinque anni nel futuro e almeno il 60% del valore deve essere investito in società commerciali con sede in Portogallo; O
  • La creazione di dieci posti di lavoro; O
  • Trasferimento in conto capitale di minimo 500,000 euro per attività di ricerca, svolte da enti di ricerca scientifica privati ​​o pubblici, integrati nel sistema scientifico e tecnologico nazionale; O
  • Conferimento in conto capitale di minimo 250,000 euro per investimenti a sostegno di produzioni artistiche, che riflettano il patrimonio culturale nazionale. Tale investimento può essere, attraverso; servizi dell'amministrazione diretta centrale e/o periferica, enti pubblici, enti che integrano impresa e settore pubblico, fondazioni pubbliche, fondazioni private con statuto di pubblica utilità, enti intercomunali, enti che fanno parte dell'imprenditoria locale, enti associativi comunali e associazioni culturali pubbliche; O
  • Trasferimento in conto capitale di minimo 500,000 euro per la costituzione di una società commerciale, con sede in Portogallo, abbinato alla creazione di cinque posti di lavoro a tempo indeterminato. In alternativa, è possibile aggiungere un minimo di € 500,000 al capitale di una società commerciale esistente, con sede in Portogallo. A ciò deve essere abbinata la creazione di almeno cinque posti di lavoro a tempo indeterminato, o il mantenimento di almeno dieci posti di lavoro, con un minimo di cinque dipendenti a tempo indeterminato, per un periodo minimo di tre anni.

Visto d'oro per il Portogallo

Requisiti minimi di soggiorno in Portogallo:

  • 7 giorni nel primo anno.
  • 14 giorni nei successivi periodi di due anni (cioè anni 2-3 e 4-5).

Per ottenere la cittadinanza portoghese un individuo deve fornire quanto segue:

  • Una copia di una carta di soggiorno portoghese esistente.
  • Una dichiarazione rilasciata dalle autorità portoghesi attestante che una persona fisica risiede in Portogallo da 6 anni.
  • Un controllo del casellario giudiziario portoghese.
  • Un controllo del casellario giudiziale del paese di origine dell'individuo, debitamente tradotto e certificato dal consolato portoghese e apostillato.
  • Prova che l'individuo ha sostenuto il test ufficiale di lingua portoghese per stranieri.
  • Benefici
  • Obblighi finanziari/altri
  • Criteri aggiuntivi

Il visto D7 per il Portogallo (disponibile per i cittadini non UE/SEE)

Vantaggi:

  • Possibilità di ottenere lo status di residente non abituale (NHR) per 10 anni – questo include l'esenzione dall'imposta su determinati redditi esteri se vengono soddisfatti requisiti specifici.
  • Ingresso e circolazione senza visto permanente nell'area Schengen.
  • Dopo un periodo di 5 anni, poter richiedere la residenza permanente o la cittadinanza portoghese.

Il visto D7 per il Portogallo (disponibile per i cittadini non UE/SEE)

I candidati devono avere una prova di reddito di almeno un importo pari o superiore al salario minimo garantito portoghese, generato da:

UN. pensioni o entrate derivanti da regimi pensionistici
B. redditi da beni mobili e/o immobili
C. proventi derivanti da beni intellettuali e finanziari

Non è possibile lavorare in Portogallo secondo i termini del visto D7.

Nel 2024, il salario minimo garantito portoghese è pari a 12 x 820 € = 9,840 €, con un aumento pro capite per ciascun nucleo familiare come segue: primo adulto – 100%; secondo adulto e adulti aggiuntivi – 50%; bambini sotto i 18 anni – 30%.

È richiesto un alloggio in Portogallo per un minimo di 12 mesi. Ci sono 3 possibilità; acquistare un immobile, affittare un immobile o far firmare un "termine di responsabilità" da un familiare o un amico, comprovante che fornirà alloggio al richiedente per 12 mesi

L'individuo sarà residente fiscale portoghese (regola dei 183 giorni), il che significa che il reddito mondiale sarà tassato in Portogallo.

Il visto D7 per il Portogallo (disponibile per i cittadini non UE/SEE)

Per essere idoneo, un richiedente deve:

• Non essere assente dal Portogallo per più di 6 mesi consecutivi in ​​un periodo di 12 mesi, o 8 mesi in modo intermittente nell'arco di 24 mesi.
• 'Documentazione ufficiale del visto nazionale', deve essere firmata dal richiedente; la documentazione ufficiale relativa ai minori e agli incapaci dovrà essere firmata dal tutore legale competente
• Due foto
• Passaporto (valido per almeno tre mesi)
• Assicurazione di viaggio valida – deve coprire le spese mediche necessarie, compresa l'assistenza medica urgente e la possibilità di rimpatrio
• Certificato del casellario giudiziale, rilasciato dall'autorità competente del Paese di cittadinanza del richiedente o del Paese in cui il richiedente risiede da più di un anno (ad eccezione dei richiedenti sotto i sedici anni), con l'Apostille dell'Aja (se applicabile) o legalizzato;
• Richiesta di indagine sul casellario giudiziario da parte dei Servizi portoghesi per l'immigrazione e le frontiere (AIMA)

 

  • Benefici
  • Obblighi finanziari/altri
  • Criteri aggiuntivi

Il visto per nomadi digitali per il Portogallo consente la residenza

Vantaggi:

  • Possibilità di ottenere lo status di residente non abituale (NHR) per 10 anni – questo include l'esenzione dall'imposta su determinati redditi esteri se vengono soddisfatti requisiti specifici.
  • Lavora in remoto e legalmente dal Portogallo continentale o dalle isole di Madeira o dalle Azzorre.
  • Dopo un periodo di 5 anni, poter richiedere la residenza permanente o la cittadinanza portoghese.
  • Ingresso e circolazione senza visto permanente nell'area Schengen.

Il visto per nomadi digitali per il Portogallo consente la residenza

L'individuo deve lavorare in Portogallo per una società straniera con sede in un altro paese.

Il richiedente deve dimostrare l'esistenza di un rapporto di lavoro:
• In caso di lavoro subordinato, il richiedente necessita di un contratto di lavoro o di una dichiarazione del datore di lavoro che confermi il legame
• In caso di attività professionale indipendente, i documenti necessari saranno; prova della costituzione di una società, o un contratto di fornitura di servizi, o un documento attestante i servizi forniti a uno o più enti.

Prova di un reddito mensile medio, negli ultimi tre mesi di almeno quattro pagamenti mensili pari al salario minimo garantito portoghese (2024: 4 x € 820 = € 3,280).

Mezzi di sussistenza in Portogallo: 12 x Salario minimo garantito, al netto di eventuali trattenute previdenziali (nel 2024 queste cifre sono 12 x € 820 = € 9,840), con un aumento pro capite per ciascun nucleo familiare come segue: primo adulto – 100 %; secondo adulto e adulti aggiuntivi – 50%; bambini sotto i 18 anni – 30%.

Alloggio in Portogallo per un minimo di 12 mesi. Ci sono 3 possibilità; acquistare un immobile, affittare un immobile o far firmare un "termine di responsabilità" da un familiare o un amico, comprovante che quella persona darà alloggio al richiedente per 12 mesi.

L'individuo sarà residente fiscale in Portogallo (regola dei 183 giorni), il che significa che il reddito mondiale sarà tassato in Portogallo.

Il visto per nomadi digitali per il Portogallo consente la residenza

Per essere idoneo, un richiedente deve:

• Non essere assente dal Portogallo per più di 6 mesi consecutivi in ​​un periodo di 12 mesi, o 8 mesi in modo intermittente nell'arco di 24 mesi.
• 'Documentazione ufficiale del visto nazionale', deve essere firmata dal richiedente; la documentazione ufficiale riguardante i minori e gli incapaci è firmata dal tutore legale competente
• Due foto
• Passaporto (valido per almeno tre mesi)
• Assicurazione di viaggio valida – deve coprire le spese mediche necessarie, compresa l'assistenza medica urgente e la possibilità di rimpatrio
• Certificato del casellario giudiziale, rilasciato dall'autorità competente del Paese di cittadinanza del richiedente o del Paese in cui il richiedente risiede da più di un anno (ad eccezione dei richiedenti sotto i sedici anni), con l'Apostille dell'Aja (se applicabile) o legalizzato;
• Richiesta di indagine sul casellario giudiziario da parte dei Servizi portoghesi per l'immigrazione e le frontiere (AIMA)

Scarica l'elenco completo dei programmi - Vantaggi e criteri (PDF)


Vivere in Portogallo

Situato nel sud-ovest dell'Europa continentale, il Portogallo è facilmente accessibile in termini di viaggio da e per il resto del mondo. Le due isole delle Azzorre e di Madeira sono anche regioni autonome del Portogallo e, come la terraferma, offrono un clima fantastico, uno stile di vita rilassato, città cosmopolite e coste meravigliose.

Articoli Correlati

Iscriviti adesso

Per iscriverti e ricevere le ultime notizie Dixcart, visita la nostra pagina di registrazione.