Perché dovresti considerare l'Isola di Man per lo yachting, dopo la Brexit?

Il 2020 è stato impantanato nell'incertezza, ma con la fine dei negoziati sulla Brexit, i vaccini e la promessa di ulteriori libertà dietro l'angolo, si spera che il 2021 sia un ritorno ad acque più calme. Tu, oi tuoi clienti, potreste anche aver iniziato a considerare cosa succede dopo per quanto riguarda le loro attività nautiche.

Con la polvere che si è depositata sulla scia dell'uscita del Regno Unito dall'UE, risultando in quasi 1,300 pagine Accordo di commercio e cooperazione UE-Regno Unito, ora c'è più chiarezza sull'impatto dell'accordo sulle attività nautiche e sulle potenziali implicazioni fiscali.

Uno di questi chiarimenti è che, a seguito dell'uscita del Regno Unito dall'UE, l'Isola di Man non è più considerata residente nell'UE per associazione. Pertanto, gli yacht di proprietà di un'entità dell'Isola di Man possono beneficiare dell'ammissione temporanea nelle acque dell'UE. In questo articolo tratteremo i seguenti argomenti per fornire una rapida panoramica:

  • Ammissione temporanea (TA) per yacht privati
  • Come soddisfare i requisiti di ammissione temporanea (TA)
  • Che cosa dopo? Cose da considerare quando si pianificano i servizi fiduciari per yacht

Ammissione temporanea (TA) per yacht privati

L'Ammissione Temporanea (TA) è una procedura doganale, in linea con la Convenzione di Istanbul 1990, che consente l'ingresso nel Territorio Doganale di determinate merci (compresi i mezzi di trasporto – es. Yacht privati) con esenzione totale o parziale da dazi e tasse all'importazione , soggetto a condizioni.

Ad esempio, le merci devono essere importate per "scopi specifici" e sono destinate alla riesportazione entro un determinato periodo.

Mentre i proprietari stabiliti al di fuori dell'area doganale sono esenti dall'IVA ai sensi dell'AT, l'esenzione dai dazi doganali varia, a seconda della classificazione della nave della giurisdizione e del suo scopo specifico per l'importazione.

Per una rapida consultazione abbiamo fornito una tabella dei dettagli/requisiti del titolo di seguito:

EU TA
La nave è registrata al di fuori dell'unione doganale. (Lo stato di bandiera dello Yacht non è UE)  
La nave è utilizzata da un soggetto stabilito al di fuori dell'unione doganale. (L'ente proprietario è stabilito al di fuori dell'UE)  
La nave deve essere gestita da una persona stabilita al di fuori dell'unione doganale. (Il beneficiario effettivo finale deve essere residente al di fuori dell'UE)  
Alcune ulteriori condizioni da notare:
a) Le merci devono essere importate con l'intenzione di riesportarle in un secondo momento (Massimo 18 mesi);
b) Non è prevista alcuna alterazione della merce (consentendo la manutenzione/manutenzione), ovvero nessun valore aggiunto;
c) La merce può essere chiaramente identificata (es. numero identificativo scafo ecc.);
d) I requisiti doganali generali sono soddisfatti; e Viene fornita una garanzia, se richiesta (specifica per lo Stato membro).  

Come soddisfare i requisiti di Ammissione Temporanea (TA)

Per fortuna c'è molto spazio per soddisfare i requisiti per coloro che desiderano salpare nell'UE sotto TA:

  1. Immatricolazione della nave

Affinché una procedura TA si applichi con l'esenzione completa da IVA e dazi doganali, lo Yacht deve essere registrato in una giurisdizione al di fuori dell'UE (userà la bandiera di uno Stato non membro).

Dopo la sua uscita dall'UE, l'Isola di Man soddisfa ora questi criteri, accanto a favoriti tradizionali come le Isole Cayman.

  • Istituzione dell'individuo

Per i nostri scopi, "individuo" si riferisce sia alle persone fisiche che alle entità aziendali. In questo modo possiamo avere un individuo stabilito in una giurisdizione separata dall'Ultimate Beneficial Owner (UBO) – spesso attraverso una holding, che possiederà lo Yacht e che a sua volta sarà soggetto al regime fiscale locale.

La giurisdizione di stabilimento in questo caso non deve necessariamente essere la stessa della bandiera scelta della nave.

  • Istituzione del beneficiario effettivo finale (UBO) 

Ai fini dell'AT, purché l'UBO sia residente al di fuori dell'UE, si qualificherà.

Che cosa dopo? Cose da considerare quando si pianificano i servizi fiduciari per yacht

Quando si seleziona una struttura di proprietà adeguata per la registrazione di uno yacht privato, che beneficerà dell'AT nelle acque dell'UE, suggeriamo di verificare i seguenti criteri generali.

Scelta di una giurisdizione per la struttura della holding

  • Standard economici internazionali rigorosi – un minimo di 'A rating'. (S&P / Moody di)
    • Standard legali robusti.
    • Una giurisdizione inserita nella whitelist dell'OCSE con una solida reputazione in termini di conformità e trasparenza.
    • Regime fiscale vantaggioso.

Scegliere un servizio fiduciario di yacht

Per assistere con la consulenza specialistica, la strutturazione aziendale e l'amministrazione dello Yacht, consigliamo di assicurarsi che il proprio fornitore di servizi selezioni le seguenti caselle:

  • Posizione geografica – in relazione al regime fiscale locale e al fuso orario (per l'accessibilità e la facilità di contrattazione). 
    • Una comprovata esperienza – quanto è affermato il prestatore nel settore, nonché la familiarità con questa categoria di servizi.
    • Accesso ad esperti – con molti fornitori, la loro scala spesso impedisce rapporti diretti e regolari con membri del personale altamente qualificato; vorrai accedere agli esperti ogni volta che hai una domanda o un'azione che è richiesta e non sempre che se ne occupino i junior.
    • La tua attività è apprezzata – in una situazione ideale, la tua attività sarà una priorità per il fornitore, non solo un altro cliente sui libri. Trovare un fornitore che sia adattabile e reattivo è la chiave per l'eccellenza del servizio.

Quali sono le tue opzioni di servizio fiduciario per yacht?

Con così tanti registrar navali consolidati e un'ampia selezione di giurisdizioni vantaggiose per l'incorporazione di una struttura di holding, ti verrebbe perdonato il fatto di avere flashback dell'incertezza del 2020. È qui che possiamo aiutare.

In Dixcart, le tue esigenze sono la nostra priorità: forniamo un servizio su misura e personale per coloro che desiderano gestire e amministrare i propri beni di lusso; dandoti accesso agli esperti come e quando ne hai bisogno.

Poiché siamo basati sull'Isola di Man, traiamo vantaggio dal nostro Classificazione Aa3 stabilità politica, economica e ambientale della giurisdizione. L'isola è una dipendenza della Corona autonoma, che stabilisce le proprie leggi e le proprie aliquote di tassazione.

Sebbene possiamo accedere a qualsiasi numero di registri di spedizione, il nostro registrar locale ha un eccezionale track record di eccellenza del servizio; fornendo un approccio che unisce moderni servizi flessibili e tariffe competitive senza compromettere la qualità.

Il regime fiscale vantaggioso, il governo favorevole alle imprese e Stato "Whitelist" dell'OCSE assicurati che i veicoli fiscali che offriamo possano aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi pur rimanendo conforme a livello globale.

Una società registrata nell'Isola di Man gode dei seguenti vantaggi:

Assistiamo i clienti e i loro consulenti da oltre 45 anni nell'efficace strutturazione e amministrazione del patrimonio, avendo esperienza nell'utilizzo di più registri marittimi per iscrivere navi in ​​linea con lo scopo desiderato. Se desideri discutere di come possiamo aiutarti a ottenere un'amministrazione efficace ed efficiente di una nave, saremo lieti di ascoltarti. Si prega di contattare Paul Harvey presso l'ufficio Dixcart nell'Isola di Man: advisor.iom@dixcart.com.

In alternativa, puoi connetterti con Paul su LinkedIn o scoprire di più sui nostri servizi Dixcart Air Marine qui.

Dixcart Management (IOM) Limited è autorizzato dalla Isle of Man Financial Services Authority.

Queste informazioni sono fornite come guida al 01/03/21 e non devono essere considerate consigli. Il veicolo più appropriato è determinato dalle esigenze del singolo cliente e dovrebbe essere richiesta una consulenza specifica.

Torna all'elenco